Monday, March 22, 2010

L'allarme dei ricattati

"La BUROCRAZIA È TANGENTE LEGALIZZATA"

di Mauro Suttora

Peggio di Tangentopoli? Secondo alcuni, oggi in Italia c'è più corruzione che nel 1992. Anche perché prima i politici agivano soprattutto per finanziare i propri partiti e correnti, mentre ora il sospetto è che molti rubino per sé (nella foto sotto, i carabinieri hanno immortalato il dirigente dell'ospedale Cardarelli di Napoli mentre incassa la bustarella ). «La corruzione sta facendo marcire il Paese», avverte Paolo Galassi, presidente dei piccoli-medi imprenditori di Confapi, «o si cambia musica, o andiamo tutti a fondo». La cosa più preoccupante è che ormai le imprese straniere scappano dall'Italia. Non investono più qui: troppe tangenti, oltre che troppa burocrazia, troppe tasse, troppa lentezza, e mezzo Paese (da Roma in giù) che sembra in ostaggio della mafia.

«La burocrazia messa in piedi dagli amministratori è una forma di tangente legalizzata imposta alle imprese. Se si moltiplicano le consulenze obbligatorie, commissioni e controcommissioni per valutare progetti e fare collaudi, si creano solo impedimenti inutili per far lavorare gli amici. E nessun magistrato può contestare nulla, tutto sembra regolare». Galassi è drastico: «Spesso i politici hanno un solo obiettivo: perpetuare il sistema inefficiente e corrotto per gestire il consenso».

episodi di corruzione negli ultimi due mesi, con la data:

SAVONA (3.2) SOLDI NEGLI SLIP
La figlia di un costruttore sorpresa mentre porta a Montecarlo 270mila euro negli slip. L'accusa è per una tangente da 50 mila euro a Stefano Parodi, Pdl, presidente del consiglio provinciale di Savona.

GENOVA (21.1) MENSE SCUOLE E OSPEDALI
Sette fra dirigenti Asl e politici locali accusati di aver pilotato appalti per mense: 22 milioni di euro nelle scuole di Genova e 14 per ospedali di Genova. Reati: corruzione, turbativa d'asta, fatture false.

MADDALENA (OLBIA) (13.2) PROTEZIONE CIVILE
Quattro arrestati e 27 indagati per corruzione sui 910 milioni di appalti al G8 della Maddalena, ai Mondiali di nuoto Roma, e per il 150° dell'unità d'Italia. Costi gonfiati del 50% alla Protezione civile.

MILANO (13.2) TANGENTE EDILIZIA
Milko Pennisi (Pdl), presidente Commissione urbanistica Comune Milano, arrestato in flagrante
mentre prende da un costruttore 5mila euro nascosti in un pacchetto sigarette.

VERCELLI (12.2) DISCARICA NELL'EX CAVA
Renzo Masoero (Pdl), presidente della provincia di Vercelli, avrebbe preteso una mazzetta di 10mila euro da un imprenditore per appalti di un'ex cava ora discarica a Livorno Ferraris (Vc).

PAVIA (13.1) MILIONI A MONTECARLO
Rosanna Gariboldi (Pdl), assessore provinciale di Pavia e moglie del deputato Pdl Giancarlo Abelli, patteggia due anni di carcere e fa rientrare 1,2 milioni dal suo conto a Montecarlo.

VARESE (19.2) FISCO CORROTTO
Arrestato in flagrante Massimiliano D'Errico, 41 anni, capo Ufficio antifrode dell'Agenzia delle Entrate, mentre prendeva 15mila euro richiesti a un imprenditore per "aggiustare" un controllo.

PESCARA (19.2) CLINICHE
Incriminato Ottaviano Del Turco (Pd), ex presidente Regione Abruzzo, per presunte tangenti di 15 milioni di euro pagate da Vincenzo Angelini, re delle cliniche.

NAPOLI (20.2) OSPEDALE CARDARELLI
Arrestato in flagrante Giuseppe Mongirulli, 58 anni, funzionario dell'ospedale Cardarelli, mentre intasca bustarella da 14 mila euro da imprenditore per installare impianti audio-video

MILANO (dicembre 2009) SPOT TV
Pier Gianni Prosperini (Pdl), assessore della regione Lombardia per Sicurezza e Turismo, in carcere per 230 mila euro su conto svizzero Ubs, pagati da Raimondo Lagostena, imprenditore tv.

REGGIO EMILIA (24.2) FORMAGGIO PARMIGIANO
Indagato Antonio Baldassarre, ex presidente Corte Costituzionale e Rai, per concorso in millantato credito. Un ex assessore di Reggio Emilia avrebbe assicurato il suo interessamento per fermare verifiche fiscali a grossisti di formaggio grana.

TREZZANO (MI) 23.2 'NDRANGHETA BIPARTISAN
In cella Tiziano Butturini, ex sindaco Pd di Trezzano (Milano) e il consigliere Pdl Michele Iannuzzi. Il costruttore Alfredo Iorio, sospeso dall'attività per collusione con una cosca, avrebbe pagato tangenti.

ROMA (28.12.09) STIPENDIO MENSILE
Arrestato in flagrante Giuseppe M., 59 anni, responsabile del centro clinico La Mongolfiera, mentre incassa i 900 euro mensili pretesi da una cooperativa convenzionata con la Asl.

ANCONA (26.1) IN BIGLIETTI DA 500
Al geometra capo di Camerano (Ancona) 19 mila euro per una lottizzazione, in biglietti da 500. Pagò un suo Suv con biglietti dello stesso taglio.

BARI (8.1) POLTRONE IKEA
Giovanni Micunco, comandante dei Vigili del fuoco, finito ai domiciliari per concussione, truffa e falso. Venti poltrone Ikea, cene e traslochi gratis e altri favori in cambio di certificati antincendio.

SAVONA (20.12.09) BUSTARELLA IN TASCA
Franco Causo, 57 anni, ispettore Asl e assessore di Cairo Montenotte (Savona), arrestato con in tasca la busta per ispezioni compiacenti a uno stabilimento industriale.

ENNA (1.1.10) MARITARE LA FIGLIA
Filippo Faraci, capo dell'Ufficio tecnico della provincia, vittima di una registrazione in cui spiegherebbe che per pagare il matrimonio della figlia ha dovuto chiedere una tangente.

NAPOLI (10.2.10) FINANZIERI NEI GUAI
Due ufficiali della Guardia di Finanza di Pozzuoli (Na): 30mila euro in contanti, ma anche in buoni benzina, per accomodare le loro indagini.

SASSARI (10.2) 1.500 EURO A PATENTE
I quiz del test si potevano conoscere prima dell'esame, in cambio di 1.500 euro. Così si sono patentati in 150, grazie a funzionari della Motorizzazione. Due autoscuole e 40 indagati.

ROMA (24.2) IVA SUI TELEFONI
Maxitruffa da due miliardi di euro di false fatturazioni. Coinvolte le società Fastweb e Sparkle Telecom con i manager Silvio Scaglia, Stefano Parisi e Riccardo Ruggiero. Il senatore Pdl Nicola Di Girolamo, eletto nella circoscrizione estero, è sospettato di essere un referente della 'ndrangheta.

NUMERI:
2.154: denunce per abuso d'ufficio, corruzione e concussione nel 2009
+229%: aumento sul 2008
69: milioni di euro persi dallo Stato in un anno (stima Corte dei conti)

9 comments:

lucabagatin.ilcannocchiale.it said...

In effetti la burocrazia è tangente legalizzata ed aggiungerei che più si lascia autonomia agli enti locali, più questa burocrazia è e sarà destinata ad aumentare.
E così la corruzione: con sommo gaudio di partiti come la Lega Nord che al nord vivono del parassitismo degli enti locali.

mauro suttora said...

in effetti la lega nord che ha fatto in 20 anni per diminuire la burocrazia?

orietta said...

che tristezza però, povera Italia!
e pensare che se non avessimo tutte queste sanguisughe: partiti, chiesa, mafie varie, burocrati disonesti, evasori fiscali, gli italiani sarebbero un popolo di ricchi, anzi ricchissimi!

mauro suttora said...

ombretta, in effetti anche quella della chiesa a pensarci bene e' intermediazione parassitaria (fra dio e gli uomini).
un po' come i giornalisti (fra le "notizie" e gli uomini)...

entrambi molto creativi (la chiesa ha inventato dio, i giornalisti inventano le notizie...)

alla lista dei parassiti pero' aggiungerei magistrati, avvocati, notai, speculatori finanziari, banche, commercialisti, mediatori immobiliari, ecc.

insomma, tutti quelli che non producono niente di concreto e utile

lucabagatin.ilcannocchiale.it said...

Caro mauro, permettimi di dissentire solo dalla tua affermazione "la chiesa ha inventato dio".
Fu l'Imperatore Costantino che, con il suo Editto di Nicea, stravolse completamente gli insegnamenti di Gesù e gettò così le basi della chiesa cattolica.
Non penso che Dio sia un'invenzione, ma un concetto molto preciso e velato da simboli sin dagli albori dell'Umanità.
Un concetto di cui il Potere, per mezzo delle chiese e delle religioni, se ne è indebitamente appropriato (associando, erroneamente, il Trono all'Altare, Dio al Re).
Un concetto, quello Divino, da comprendere individualmente e che è - forse - lo scopo della vita (o, meglio, delle vite) di ciascun individuo.

mauro suttora said...

"Un concetto, quello Divino, da comprendere individualmente"

appunto. Concordo con te: la Chiesa in quanto istituzione sta alla religione come l'Ordine dei giornalisti sta al giornalismo ;-)

orietta said...

acc! voi siete così idealisti!
io sono molto più venale, pensavo proprio al denaro:
partiti: rimborsi elettorali, tangenti rubate
chiesa: ICI, 8xmille
mafie varie: tangenti, evasione sugli introiti di traffici illeciti, guadagni sulle droghe ..
pensate cosa ci si potrebbe fare con tutto sto denaro in più nelle casse dello stato, come minimo ridurebbero le tasse ...

mauro suttora said...

hai ragione. Esiste in altri Paesi l'8 per mille?

orietta said...

non lo so se esiste l'8xmille in altri paesi, ma il fatto che i beneficiari siano imposti non mi sembra giusto, ognuno dovrebbe poterlo devolvere a chi vuole.
al proprio ospedale, o alla propria scuola, ecc.