Thursday, March 27, 2008

intervista ad Alfonso Pecoraro Scanio

IN PUGLIA COSTRUIRO' UNA CENTRALE SOLARE

«Progettata dal Nobel Rubbia, è l’alternativa al nucleare», assicura il ministro dell’Ambiente. E, pressato sullo scandalo rifiuti in Campania, svicola: «Preferisco parlare della crisi dei salari»

dal nostro inviato Mauro Suttora

Taranto, 26 marzo 2008

Uno dei ministri più contestati d’Italia arriva in una delle città più inquinate d’Europa e indebitate del mondo. Alfonso Pecoraro Scanio, fondatore dei Verdi, ministro dell’Agricoltura fino al 2001 e oggi dell’Ambiente, è stato invitato a cena a Taranto dalla famiglia del viticoltore Gianfranco Fino.

La casa dei Fino sta in una bella zona di quella che, con i suoi 200 mila abitanti, è la terza città del Sud (Sicilia esclusa), dopo Napoli e Bari: la frazione Lama, in riva al mare. Qui tutte le vie portano nomi di fiori, e in questa primavera precoce già si sentono i loro profumi.

«Ma le acciaierie Ilva, il petrolchimico e la zona industriale producono il nove per cento della diossina e il dieci per cento del monossido di carbonio di tutta Europa», accusa la signora Simona Natale, moglie di Gianfranco. Le statistiche dicono anche che negli ultimi trent’anni i tumori sono raddoppiati: ora sono tre al giorno i tarantini che muoiono di cancro.

Disastro ecologico

L’Ilva (la ex Italsider passata tredici anni fa al gruppo privato Riva) è la più grande acciaieria d’Italia. I suoi impianti si vedono da molti chilometri di distanza. «Negli ultimi anni abbiamo ridotto le emissioni di diossina del 40 per cento, dopo aver chiuso un impianto», si vantano all’Ilva. Ma è tutta la zona industriale a rovinare il menù delle greggi di pecore e capre che pascolano nei verdissimi prati accanto alle ciminiere. «A Taranto sono arrivate 1.800 tonnellate di Pcb cancerogeno da Brescia», accusano i combattivi Verdi locali, che hanno fatto analizzare i formaggi del luogo trovando un po’ di diossina pure lì dentro.

Insomma, ministro, ci potrà mai essere uno «sviluppo ecosostenibile» in una zona come la nostra?

Alla domanda della signora Fino il ministro Pecoraro risponde tranquillo: «Certo. Oggi esistono tutte le tecnologie per ridurre al minimo l’inquinamento. Le emissioni di sostanze nocive devono essere abbattute, e il governo sostiene quelle che lo fanno. Anche perché non si possono chiudere dall’oggi al domani stabilimenti che a Taranto danno da mangiare a tredicimila famiglie. Quindi il lavoro e l’ambiente non sono in alternativa: bisogna salvaguardare sia il primo, sia il secondo».

Lei la fa facile, ma ora Ilva ed Enipower vogliono costruire due nuove centrali, e in più si progetta un rigassificatore. Sarebbe questo lo «sviluppo ecosostenibile»?

«La mia risposta è chiara e semplice: no. A Napoli siamo riusciti a riqualificare l’ex zona industriale di Bagnoli. All’inizio ci criticavano tutti, ma dopo una bonifica fra le più gigantesche d’Europa ci siamo riusciti. Ripeto: non si può pensare di eliminare certe produzioni. Ma, coinvolgendo i sindacati, dobbiamo proteggere la salute senza mettere a rischio il lavoro».

Pecoraro Scanio è capolista della Sinistra arcobaleno in Puglia. I suoi Verdi si sono uniti a Rifondazione comunista, ai Comunisti italiani di Oliviero Diliberto e agli ex Ds Cesare Salvi e Fabio Mussi. Ne è nata una coalizione che sta a sinistra del Pd (il neonato Partito democratico di Ds e Margherita), e candida premier Fausto Bertinotti.

«Qui in Puglia abbiamo anche il presidente Nichi Vendola», dice Pecoraro, «che governa senza problemi in coalizione con il Pd. È un peccato che a sinistra si sia verificata questa frattura. Io la trovo innaturale, e dopo il voto farò di tutto per ricomporla. Altrimenti consegniamo il Paese a Silvio Berlusconi».

Ma allora perché vi siete messi con l’estrema sinistra?
«È stato il Pd a rifiutarci, noi avremmo voluto rimanere alleati. Certo che, su certe cose per noi fondamentali come il nucleare, non potevamo cedere».

Ecco, il nucleare: siamo circondati da centrali atomiche, in Slovenia e in Francia. Perché ostinarsi a rimanere senza?
«Il fatto che ne abbiano gli altri non è un buon motivo per costruirle noi. E comunque i danni, in caso d’incidente, si subiscono in proporzione alla distanza: più si viveva vicino a Chernobil, più le conseguenze sono state tremende. Il Pd oggi parla di “nucleare di quarta generazione” ma, come dice il Nobel Rubbia, anche quello è radioattivo. Il problema delle scorie non è stato risolto. E comunque il nucleare non è conveniente dal punto di vista economico. Per costruire una centrale ci vogliono 15 anni e costi immensi».

Signora Fino: «Però siete contrari anche all’eolico. A me invece, chissà perché, quei mulini a vento moderni, così alti, piacciono esteticamente».
«Alcuni impianti si possono fare. Però non dobbiamo installare torri gigantesche proprio sulle rotte degli uccelli migratori, che vengono sterminati dalle pale. L’Europa ci condannerebbe».

L’unica alternativa

Non resta che il solare?
«Quella è la vera alternativa, e sempre secondo Rubbia è proprio la Puglia la regione d’Italia più vocata per ospitare pannelli e centrali. Perché è al Sud, ha un sacco di sole, ma anche perché è pianeggiante. Come l’Andalusia in Spagna. Rubbia ha progettato una centrale solare termodinamica, con specchi che concentrano l’energia e conservano il calore anche di notte, a temperature di 500 gradi. Le stesse che ci vogliono per produrre elettricità con carbone, gasolio o nucleare. Ho stanziato venti milioni di euro per il prototipo».

Prende la parola Gianfranco, il marito viticoltore. Il suo cruccio è la burocrazia.
Signor ministro, non le sembra che le procedure burocratiche siano da alleggerire? Perché una piccola impresa deve sottoporsi a due Via (Valutazioni d’impatto ambientale), una regionale e una nazionale, e poi all’Aia (Autorizzazione integrata ambientale), mentre in tutti i Paesi d’Europa la procedura è unica? Io stesso non posso permettermi un ragioniere a tempo pieno, così la burocrazia mi obbliga a passare la metà del mio tempo fra le carte. E non riesco a curare la parte commerciale, che è importante quanto quella produttiva.

«Francamente, non posso che darle ragione. Mea culpa. I controlli ci vogliono, soprattutto nel settore enogastronomico dove è fondamentale garantire la qualità. Ma non devono trasformarsi in vessazioni, moltiplicandosi all’infinito».

Una domanda la vuole porre il padre di Gianfranco, Vito Fino, pensionato.
Le pensioni. Perché non rivalutarle assieme ai rinnovi contrattuali, invece dell’attuale meccanismo che non copre tutta l’inflazione, e fa perdere la metà del potere d’acquisto in pochi anni?

«Guardi, sono tre le categorie che vogliamo proteggere: pensionati, precari e salariati. Tutti devono tornare ad avere un reddito decente. Se loro in questi anni hanno perso potere d’acquisto, evidentemente altre categorie ci hanno guadagnato, perché nel suo complesso l’Italia non si è impoverita. La verità è che c’è stato uno spostamento di reddito in favore della speculazione finanziaria e delle grandi rendite parassitarie, a danno degli introiti da lavoro dipendente. E non lo dico io, ma le statistiche dell’Ocse».

Qui a Taranto abbiamo un negozio della Coldiretti dove gli agricoltori vendono i loro prodotti direttamente ai consumatori. Non si può ampliare questa esperienza?
«Assolutamente sì. Ogni Comune d’Italia deve offrire almeno un negozio dove i produttori incontrano i consumatori. Così i prezzi si possono abbassare dal 30 al 50 per cento».

Per la verità rispetto a certi mercati rionali i prezzi non sono così bassi.
«La Coldiretti dice il contrario, ma mi informerò».

Riprende la parola la signora Fino: Pd e Sinistra arcobaleno si contendono come candidati gli operai della Thyssen Krupp di Torino. Anche all’Ilva di Taranto ci sono stati morti sul lavoro, ma nessuno ha mai pensato a loro.

«Non si risolve il problema della sicurezza sul lavoro candidando qualche operaio sopravvissuto, così come non si risolve il precariato facendo eleggere un precario, e non si ottengono diritti per le coppie di fatto trasformando qualche omosessuale in deputato. Berlusconi ha inaugurato la politica spettacolo, ma noi non dobbiamo andargli appresso. Non si risponde alla candidatura di un generale con un altro generale, a un industriale con un industriale, a una donna con un’altra donna...».

Record mondiale di debiti

Taranto «vanta» un record mondiale: due anni fa il Comune ha dovuto dichiarare bancarotta con un debito di 637 milioni. Il più alto del pianeta, dopo quello di Seattle (Stati Uniti). Un anno fa è stato eletto sindaco a furor di popolo (71 per cento dei voti) il pediatra Ippazio Stefàno, della Sinistra democratica di Salvi e Mussi (ora alleati di Pecoraro). Stefàno ha subito rinunciato allo stipendio e dimezzato quello di assessori e consiglieri. Ma le resistenze sono molte: quattro mesi fa ha dovuto licenziare il vicesindaco. E i creditori del Comune alla fine non incasseranno più della metà delle somme loro dovute.
Qui l’ex sindaco fu condannata per un inceneritore...

Ministro, vogliamo parlare un po’ di spazzatura?
Pecoraro si sistema sulla sedia, deglutisce e risponde scherzoso (ma non troppo): «Preferirei di no, perché guastare questo buon clima conviviale? Comunque, nei paesi della Campania dove viene fatta la raccolta differenziata, il problema non esiste».

Mauro Suttora

60 comments:

lucabagatin.ilcannocchiale.it said...

Dal '97 al 2000 sono stato un verde iscritto financo ai Verdi.
Poi, proprio frequentandoli ed approfondendo, ho capito quanto il nucleare fosse indispensabile per ovviare alla dipendenza dall'estero ma anche (ooops...) al fine di poter utilizzare energia pulita senza ricorrere alla limitatissima energia eolica e solare....vere chimere alla Pecoraro Scanio.

mauro suttora said...

non e' stato risolto il problema scorie,che rimangono radioattive per centinaia di migliaia di anni.

perfino gli usa devono tenerle stoccate provvisoriamente, perche' il sito che avevano individuato vicino a las vegas non sembra essere cosi' sicuro.

le centrali nucleari, inoltre, rappresentano un bersaglio formidabile per i terroristi. e questo vale anche per il ponte di messina

infine, l'uranio dev'essere importato dall'estero.
si puo' diminuire la dipendenza arricchendolo e arrivando al plutonio (superphenix di malville in francia), ma a quel punto si confondeil confine fra nucleare civile e militare, come dimostra il caso iran

lucabagatin.ilcannocchiale.it said...

vabbé, ma, mauro, non mi dirai che l'alternativa è l'eolico e/o il solare ?

mauro suttora said...

tutto fa brodo: un 10 per cento qui, un 10% la'.
Anche il nucleare, tranne che in Francia non copre piu' del 10-20% del fabbisogno energetico.

Interessante mi pare il "carbone pulito"

ma stiamo parlando di noi Paesi civili. Il vero disastro ecologico sta avvenendo in Cina, gia' coperta in permanenza da nube tossica.
E pensare che c'e' qualche coglione che li ammira per il loro "aumento di Pil" del 10% annuo

Anonymous said...

order tramadol online tramadol dosage for humans - tramadol 50 mg what is it for

Anonymous said...

alprazolam drug xanax 1mg side effects - generic xanax pill colors

Anonymous said...

generic xanax xanax pills types - ativan vs xanax high

Anonymous said...

buy tramadol online best high tramadol - overdose on tramadol

Anonymous said...

buy tramadol buy tramadol online europe - tramadol (ultram) prescribing information

Anonymous said...

buy tramadol with cod buy tramadol online with credit card - tramadol for dogs for humans

Anonymous said...

buy tramadol online tramadol grapefruit - tramadol high forum

Anonymous said...

generic xanax xanax 2mg g3722 - drug rehab for xanax

Anonymous said...

buy xanax overnight delivery xanax dosage sedation - how much does xanax 2mg cost

Anonymous said...

xanax drug do generic xanax look like - xanax side effects ejaculation

Anonymous said...

buy carisoprodol soma carisoprodol tablets - carisoprodol 350 mg pill

Anonymous said...

buy tramadol online buy tramadol overnight shipping - tramadol overdose bluelight

Anonymous said...

carisoprodol 350 mg uses for carisoprodol 350 mg - medicine carisoprodol 350 mg

Anonymous said...

buy tramadol online tramadol for dogs by weight - where to buy tramadol online safely

Anonymous said...

xanax online buy xanax philadelphia - buy xanax online legit

Anonymous said...

carisoprodol 350 mg listaflex carisoprodol 350 mg para sirve - carisoprodol price

Anonymous said...

carisoprodol without prescription carisoprodol pharmacology - carisoprodol prodrug

Anonymous said...

buy carisoprodol soma carisoprodol drugs - carisoprodol drug family

Anonymous said...

cialis professional cialis daily long - generic cialis no prescription

Anonymous said...

xanax online can u buy xanax online - xanax withdrawal itching

Anonymous said...

buy cialis online cialis online new zealand - buy cialis online overnight

Anonymous said...

buy cialis online cheap cialis china - cialis online ricetta

Anonymous said...

xanax online xanax dosage tablet - xanax and alcohol memory

Anonymous said...

buy cialis online should buy cialis online - cialis online us

Anonymous said...

cialis online pharmacy cialis 5 mg cheap - cialis professional user reviews

Anonymous said...

cialis online buy cialis euro - cheap cialis au

Anonymous said...

buy cialis online cheap cialis online pharmacy - buy cialis line usa

Anonymous said...

cialis online cialis online aus holland - cialis natural substitute

Anonymous said...

cialis online cheap cialis super active - cheap cialis generic usa

Anonymous said...

xanax online how to order xanax - valium vs xanax high

Anonymous said...

http://landvoicelearning.com/#30896 tramadol 50 mg side effects for dogs - tramadol high good

Anonymous said...

http://landvoicelearning.com/#51602 tramadol overdose signs symptoms - 5 htp help tramadol withdrawal

Anonymous said...

buy tramadol what is tramadol 50mg tablets used for - buy tramadol overnight

Anonymous said...

http://blog.dawn.com/dblog/buy/#56932 what does tramadol 50 mg do to you - tramadol 50 mg vs tylenol 3

Anonymous said...

learn how to buy tramdadol order tramadol online no prescription - buy tramadol order cheap tramadol online

Anonymous said...

buy tramadol high from tramadol hcl - tramadol addiction treatment home

Anonymous said...

learn how to buy tramdadol tramadol online legal - tramadol 50 mg can you get high

Anonymous said...

buy tramadol with cod tramadol 50 mg weight loss - tramadol hydrochloride sr 100mg

Anonymous said...

buy tramadol tramadol withdrawal emily - tramadol online pharmacy no prescription needed

Anonymous said...

buy tramadol online buy ultram tramadol online - tramadol 50 mg and xanax

Anonymous said...

http://buytramadolonlinecool.com/#50897 tramadol xl dosage - 8 50 mg tramadol

Anonymous said...

cheap tramadol online tramadol high grasscity - tramadol withdrawal in infants

Anonymous said...

http://reidmoody.com/#79166 ativan normal dosage - home remedies ativan withdrawal

Anonymous said...

http://reidmoody.com/#92465 buy lorazepam australia - ativan withdrawal in elderly

Anonymous said...

buy tramadol online tramadol dosage by weight - tramadol withdrawal coping

Anonymous said...

tramadol overnight shipping tramadol renal dosing - tramadol withdrawal emily

Anonymous said...

xanax pills can take 2mg xanax - xanax drug effects

Anonymous said...

buy tramadol online tramadol dosage per day - buy tramadol online australia no prescription

Anonymous said...

buy tramadol online tramadol withdrawal vertigo - order tramadol online next day

Anonymous said...

http://staam.org/#56274 tramadol withdrawal last - tramadol vs hydrocodone dosage

Anonymous said...

buy xanax online xanax anxiety medication side effects - xanax alcohol high

Anonymous said...

buy tramadol online ultramadol us tramadol buy - tramadol hcl xr 100mg

Anonymous said...

buy xanax online fastest way pass drug test xanax - xanax 7176

Anonymous said...

xanax online prescription order xanax bars online - alprazolam 0.5mg to get high

Anonymous said...

http://bayshorechryslerjeep.com/#6828 xanax overdose can kill you - xanax effects recreational

Anonymous said...

Your own repοrt providеѕ confiгmeԁ helрful to me.

It’ѕ extremеlу usеful and you're simply clearly very experienced in this field. You have got popped our sight to varying thoughts about this matter using interesting and sound content material.
Review my blog post : buy viagra