Friday, October 06, 1989

Il mistero dei giardini

Europeo 40, 06/10/1989

dall' inchiesta: " Partita doppia "

Dai suicidi allo scoppio del caso BNL : solo coincidenze ?

di Mauro Suttora

Martedi' 5 settembre 1989, ore 14 e 40 , Milano : nei giardini fra l' Arena e il parco Sempione una bella e giovane donna apre la borsetta , tira fuori una rivoltella austriaca " Glock " calibro 9 , se la punta alla tempia e preme il grilletto . Muore sul colpo . Mercoledi' 6 settembre , sera , Torino : un colonnello dell' aeronautica in pensione , fino all' anno scorso addetto militare presso l' ambasciata d' Italia in Iraq , prende la propria pistola d' ordinanza e si spara nel gabinetto di casa sua . Una coincidenza fortuita ? Gli uomini del Sismi , il servizio segreto militare italiano , non ne sono del tutto convinti e stanno indagando su entrambi i suicidi .

Ma cosa potrebbe legare la tragedia di Cristina Lefebvre , 27 anni , a quella del colonnello Giuseppe Schiavo , 50 anni ? Le armi , il traffico internazionale d' armi . E l' Iraq . Proprio in quei giorni , infatti , all' inizio di settembre , emerge in tutta la sua gravita' lo scandalo Bnl , con i 4mila miliardi di lire prestati a Bagdad dalla Banca nazionale del lavoro per operazioni assai poco chiare di import export . Cristina Lefebvre , nata in Belgio , doppia nazionalita' , era da due anni socia al 10 per cento di una societa' di import export di armi : la Al . Gi . Mec , dalle iniziali di suo cognato Alfonso Giambelli , 35 anni , contitolare dell' impresa . E quel giorno nel parco , c' e' anche lui a passeggiare con Cristina , poco lontano dalla sede della ditta in via Melzi d' Eril . Poi Giambelli si allontana e la ragazza si spara .

In un primo tempo Giambelli sostiene la tesi del diverbio d ' affari . Poi invece emerge un' altra motivazione : gelosia . La ragazza sarebbe stata lasciata dal cognato , con il quale aveva una relazione . Al primo distretto di polizia di Milano propendono per la seconda ipotesi , e chiudono il caso . Quanto al Giambelli , fa parlare il suo avvocato con i giornalisti : " Nego di aver avuto qualsiasi coinvolgimento con la Bnl , con l' Irak o con l' Euromac " .

Cos' e' l' Euromac ? E una societa' di Monza , guidata da due fratelli iracheni , inserita dal Sismi nell' elenco delle imprese che avrebbero esportato armi in Iraq . Uno dei due fratelli , Abdul Hussein Abbas , due anni fa era stato assolto in istruttoria per un traffico di parti di armi separate che partivano da Fiumicino per Bagdad su aerei cargo della Iraqi Airways . " La Al . Gi . Mec non c' entra , importa pistole dall' Austria e vende carabine per il tiro al bersaglio " , sostiene l' avvocato di Giambelli . Ma il caso e' aperto . Anche per il colonnello Schiavo , che era stato interrogato per quella medesima inchiesta .

Mauro Suttora

No comments: